Controlli e liti

Da motivare in sentenza la condanna alle spese di giustizia fuori dai parametri

di Ferruccio Bogetti e Filippo Cannizzaro

Nel decidere l’importo delle spese processuali a carico della parte risultata soccombente, il giudice tributario deve quantificare il compenso tra il minimo e il massimo dei tariffari professionali. Può però derogarvi solo con adeguata motivazione, e quindi, in assenza di adeguata motivazione, le spese liquidate al di sotto del “minimo”, non possono essere considerate “congrue” per il professionista. Così la Ctr Sicilia, sezione staccata di Catania, con la sentenza 595/6/2019 ( clicca qui per consultarla...