Adempimenti

DECRETO DIGNITÀ/Giochi, il divieto di pubblicità fa salvi i contratti in corso

di Valerio Vallefuoco

Con il dichiarato fine di rafforzare la tutela del consumatore e di rendere più efficace il contrasto alla ludopatia, il cosiddetto «decreto dignità» dice basta alla pubblicità per il gioco d'azzardo. Le nuove norme, che in quanto decreto legge entreranno in vigore nel giorno stesso delle loro pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale, vietano qualsiasi forma di pubblicità, anche indiretta, relativa a giochi o scommesse con vincite di denaro, comunque effettuata e su qualunque mezzo, incluse le manifestazione...