Controlli e liti

FISCO E SENTENZE/Le massime di Cassazione: appello, imposte pagate all’estero, crediti in F24

di Luca Benigni, Ferruccio Bogetti e Gianni Rota

Nell’appello l’amministrazione finanziaria deve indicare i motivi specifici dell’impugnazione a pena d’inammissibilità. Nel processo tributario non vale il principio processuale penale dell’ultima parola all’imputato nella trattazione della causa. Non vale la procedura automatizzata per la rettifica dei crediti d’imposta per tributi pagati all’estero. Colui che presenta per conto di un contribuente un F24 con credito d’imposta inesistente utilizzato in compensazione incorre in falsità ideologica ...