Controlli e liti

Gioielli ceduti senza data certa: resta la presunzione di ricavi

di Marco Ligrani

La scrittura privata priva di data certa non è in grado di superare la presunzione propria delle indagini finanziarie, nonostante la coincidenza tra la tempistica dei pagamenti e gli incassi risultanti dagli estratti conto; con questa motivazione, la Ctp di Milano, con sentenza 5078/3/2017 (presidente Locatelli, relatore Chiametti), ha confermato un accertamento emesso a carico di una contribuente, il cui conto corrente aveva formato oggetto di indagine da parte del Fisco....

Il caso nasce dall’invio...