Controlli e liti

I vecchi avvisi privi di codice QR non sono blindati

di Laura Ambrosi e Antonio Iorio

L’introduzione del codice QR sugli atti firmati digitalmente, offre lo spunto per una riflessione sulla validità dei provvedimenti emessi in precedenza.

Alcuni uffici, dagli ultimi mesi del 2016, avevano già sostituito per gli accertamenti e per gli atti di recupero del credito di imposta, la sottoscrizione autografa del direttore, con la firma digitale, notificandoli comunque in formato cartaceo via posta.

Su questi provvedimenti, però, non c’era l’indicazione del codice QR, tanto meno del link cui...