Controlli e liti

Il flop della voluntary reclama un restyling

di Antonio Tomassini

Si avvicina la scadenza del 31 luglio ma la voluntary bis non decolla. Le modifiche apportate dalla manovrina , come testimonia anche il sondaggio del Sole 24 Ore del 29 maggio scorso, non soddisfano gli addetti ai lavori e se non si mette mano seriamente alla procedura prorogandone la scadenza l’obiettivo di recupero di 1,6 miliardi stimato dal governo non potrà mai essere raggiunto.
La manovrina prevede la possibilità di scomputo delle imposte pagate all’estero, peraltro solo per i redditi da lavoro...