Imposte

La dichiarazione d’intento non basta senza la qualifica di esportatore abituale

di Andrea Taglioni

Il contribuente non può acquistare o importare beni e servizi senza il pagamento dell’Iva se non possiede la qualifica di esportatore abituale. Il semplice rilascio al fornitore della dichiarazione d’intento non legittima l’inapplicabilità dell’imposta in assenza dei requisiti sostanziali per poterla emettere. Il plafond, che rappresenta solamente un parametro quantitativo, serve unicamente a stabilire l’ammontare oltre il quale è inibita la possibilità di acquistare in sospensione d’imposta. È quanto...