Controlli e liti

La permanenza prolungata dei verificatori non inficia la validità dell’accertamento

di Roberto Bianchi

Il superamento del termine di permanenza degli operatori dell’agenzia delle Entrate nella sede del contribuente in fase di verifica - disciplinato dall’articolo 12, comma 5, della legge 212/2000 - non genera la sopravvenuta inadeguatezza del potere di accertamento ispettivo e nemmeno l’invalidità degli atti espletati o l’inutilizzabilità delle prove collezionate. Nessuan di tali sanzioni è stata contemplata dal legislatore, la cui scelta appare giustificata dal mancato interessamento di diritti del...