Imposte

La possibilità di vendita del bene ipotecato non limita il potere del debitore

di Luigi Lovecchio

La possibilità, prevista nell’articolo 52, c. 2 bis, Dpr n. 602/1973, di vendere il bene ipotecato a terzi, con la partecipazione all’atto dell’agente della riscossione, non comporta alcuna limitazione nel potere di disposizione del bene in capo al debitore. Essa deve pertanto interpretarsi come facoltà che determina l’obbligo in capo al creditore di liberare il bene dal vincolo ipotecario (“purgazione”), in forza della sua partecipazione all’atto di vendita. Con due studi specifici della Commissione...