Controlli e liti

La risposta all'interpello disapplicativo è un atto impugnabile

di Roberto Bianchi

La replica dell'Ufficio a un’istanza di interpello disapplicativo, depositata da una società per rendere inerte la presunzione di non operatività, è un atto impugnabile alla commissione tributaria. È scritto nella sentenza della Ctr di Milano n. 3013/2017, ancorando la decisione a un precedente della Corte corte di Cassazione (n. 17010/2012).
Prima delle modifiche apportate dal Dlgs 156/2015, l'interpello era solo un'istanza con cui il contribuente chiedeva chiarimenti all'Ufficio prima di compiere...