Imposte

Non profit, per l’esenzione la Ue chiede il test concorrenza

di Benedetto Santacroce e Gabriele Sepio

La modifica al Dl 146 non ha tenuto conto delle condizioni europee. Il rinvio della norma permetterebbe di evitare un recepimento inadeguato

La modifica del regime Iva per gli enti associativi - introtta nella conversione del Dl 146/2021 - non è una opzione ma una strada obbligata per non incappare nella procedura di infrazione avviata dalla Ue ormai a partire dal 2009. Come segnalato (si vedano gli articoli nello speciale dedicato al decreto fisco lavoro), l’inquadramento in campo Iva dei classici corrispettivi ricevuti da associati, partecipanti e iscritti, unitamente ad alcune entrate più rappresentative, come quelle derivanti dalla...