Controlli e liti

Per la voluntary serve un meccanismo a regime

di Antonio Tomassini


La proroga al 2 ottobre (per ora solo annunciata e in attesa di pubblicazione in «Gazzetta Ufficiale») per la presentazione delle istanze relative alla voluntary disclosure-bis ha il chiaro intento di intercettare più aderenti a una procedura che non riesce a decollare ed è ancora lontana dal target di 1,6 miliardi di euro di incassi stimati dal governo. Nelle ultime settimane c’è stato un incremento delle adesioni dovuto, come spesso accade, alle varie indagini fiscali e anti riciclaggio che agenzia...