Adempimenti

Somme diverse dalle retribuzioni pagabili in contante

di Antonino Cannioto e Giuseppe Maccarone

Anche dopo il 1° luglio i datori di lavoro possono continuare a usare il denaro contante per corrispondere somme, diverse dalla retribuzione, come gli anticipi di cassa effettuati per spese che i lavoratori devono sostenere nell’interesse dell’azienda e nell’esecuzione della prestazione quali, ad esempio, i rimborsi di spese di viaggio, di vitto e/o di alloggio. È stato l’Ispettorato nazionale del lavoro (Inl) a precisarlo, con la nota 6201/18, rispondendo a Confindustria che aveva chiesto di specificare...