Imposte

Impatriati, il Fisco dice no alla scelta dei ritardatari

di Marco Nessi

Il regime degli “impatriati” (articolo 16, comma 1, Dlgs) prevede una tassazione agevolata dei redditi prodotti dai lavoratori che: trasferiscono la residenza in Italia, ex articolo 2 del Tuir; non sono stati fiscalmente residenti in Italia nei due periodi d’imposta precedenti al trasferimento; si impegnano a risiedere in Italia per almeno due anni; prestano la propria attività lavorativa prevalentemente nel territorio italiano.

Se ci sono queste condizioni, i redditi di lavoro dipendente (e assimilati...