Esperto RispondeAdempimenti

Bonus ristrutturazioni con l’integrazione del provvedimento urbanistico abilitativo dei lavori

di Marco Zandonà

La domanda


Mio padre, titolare di agriturismo e imprenditore agricolo titolo principale (Iap), ha ottenuto un permesso per ampliamento dell’immobile ad uso abitativo dell’imprenditore, in cui ha la residenza. Per effettuare l’ampliamento dovrà effettuare modifiche della parte già esistente dell’immobile al fine di “attaccare” la parte di nuova costruzione, pertanto può usufruire della detrazione al 50% almeno sulla parte di costo che riguarda il necessario adeguamento della parte esistente anche se nel permesso di costruire si parla solo di ampliamento? Essendo l’immobile destinato ad uso abitativo dell’imprenditore agricolo, le fatture dovranno essere emesse come soggetto privato, non intestate all’agriturismo, e potrà essere applicata l’Iva al 4% ai sensi della voce 21-bis) della tabella A)2, parte II, allegata al Dpr 633/1972 sia per la parte nuova costruzione che per la parte ristrutturazione?

La risposta è affermativa, ma sempre a condizione che sotto il profilo urbanistico vengano abilitati anche i lavori di ristrutturazione dell’esistente e non solo l’ampliamento. Occorre, pertanto, un’integrazione del provvedimento urbanistico abilitativo dei lavori. Con la risoluzione 4/E del 4 gennaio 2011, l’agenzia delle Entrate si è espressa a proposito dell’applicabilità delle detrazioni del 36%-50% (articolo 16-bis del Tuir, ossia il Dpr 917/1986, e articolo 1, comma 3, lettera b, n. 1-4 della...