Controlli e liti

Concordato, rischio Iva sui debiti «ridotti»

di Giulio Andreani

Si discute da tempo di quali siano, per l’impresa in concordato preventivo o in accordo di ristrutturazione debiti o in piano attestato di risanamento, gli effetti dell’emissione, da parte di che le aveva fornito beni o servizi soggetti a Iva, di una nota di variazione ai fini di tale tributo, per mancato pagamento, totale o parziale, del corrispettivo della fornitura. Con due risoluzioni del 2001 (155/E e, soprattutto, 161/E), l’agenzia delle Entrate aveva escluso che l’emissione della nota, nonostante...