L'esperto rispondeImposte

Revoca rivalutazione marchi, compensabile il credito in dichiarazione

Per importi superiori a 5mila euro è necessario il visto di conformità; questo credito non è soggetto al limite di compensazione

di Rosanna Acierno

La domanda

Ho effettuato entro il 28 novembre 2022, tramite dichiarazione integrativa, la revoca sulla rivalutazione marchi, con conseguente credito per l’imposta sostitutiva versata, tributo 1858. Ho indicato nel quadro RX il credito da portare in compensazione in tale dichiarazione. Ancora oggi non ho utilizzato tale credito in compensazione. Posso compensarlo nel 2024? Quale anno devo indicare nel modello F24? Da ultimo, questo credito per poterlo compensare, lo dovevo riportare ogni anno nelle dichiarazioni, quadro RX, successive a quella integrativa?
S. C. - Roma

In via preliminare, si fa rilevare che la revoca dei regimi di rivalutazione dei beni o di riallineamento dei valori civili e fiscali di cui all’articolo 110 del Dl 104/2020 doveva essere riportata nella colonna 3, della sezione I del quadro RX del modello integrativo Redditi 2021 (relativo al periodo di imposta 2020) da presentare perentoriamente entro il 28 novembre 2022. Inoltre, a norma dell’articolo 7, comma 4 del provvedimento dell’agenzia delle Entrate 370046/2022, l’imposta sostitutiva a ...