Esperto RispondeContabilità

La rivalutazione dell’albergo effettuata nel 2020 rileva nell’ammortamento dall’esercizio successivo

di Gianluca Dan

La domanda

Una società di persone in contabilità ordinaria, con codice ateco 551000, intende rivalutare nel bilancio 2020 l’unico immobile alberghiero di proprietà. Si chiede se:
- il valore emergente dalla perizia del tecnico debba essere confrontato con il valore contabile dell’immobile a bilancio, considerando anche gli ammortamenti del 2020 oppure no (visto che per questo tipo di rivalutazione è previsto l’effetto immediato dei maggiori ammortamenti);
- non essendoci a libro beni ammortizzabili un unico cespite, ma tante voci corrispondenti ai vari lavori di ristrutturazione effettuati negli anni, sia possibile creare un unico nuovo cespite chiamato «rivalutazione immobile ex decreto legge 23/2020» o vada proporzionata la rivalutazione su ciascun singolo cespite;
- la rivalutazione effettuata vada pubblicizzata in qualche modo oltre al riporto sul libro inventari.
L. S. – Trento

L’articolo 6-bis del decreto legge 23/2020, diversamente dalle altre rivalutazioni, consente di rivalutare gratuitamente i beni e le partecipazioni delle imprese operanti nei settori alberghiero e termale dando riconoscimento al maggior valore attribuito, ai fini delle imposte sui redditi e dell’imposta regionale sulle attività produttive, a decorrere dall’esercizio nel cui bilancio la rivalutazione è eseguita. L’impostazione normativa sta a significare che l’efficacia dei nuovi valori decorre civilisticamente...