Imposte

Riportabili a nuovo le eccedenze di interessi attivi

di Giorgio Gavelli e Fabio Giommoni

Link utili

Tratto da Plusplus24 e Smart24

In breve

Gli interessi passivi sono integralmente deducibili fino a concorrenza degli interessi attivi del periodo d’imposta, ma si prevede anche che possano essere sfruttate anche le eccedenze di interessi attivi dei periodi d’imposta precedenti che non sono state utilizzate per abbattere gli interessi passivi di detti periodi.

Il Dlgs 142/2018 ha modificato la disciplina di deducibilità degli interessi passivi per i soggetti Ires di cui all’articolo 96 del Tuir, con effetti a partire dell’esercizio successivo a quello in corso al 31 dicembre 2018. Pertanto, i contribuenti con l’esercizio coincidente con l’anno solare devono applicare il nuovo meccanismo di calcolo degli interessi passivi indeducibili a partire dall’esercizio 2019 (si veda “Il Sole-24 Ore” del 15 ottobre 2018). A tale riguardo, il modello Redditi società...