Contabilità

Sui bond convertibili il test dello scorporo tra prestito e derivato

di Fabio Giommoni e Giorgio Gavelli

La nuova disciplina del bilancio d’esercizio (Dlgs 139/2015) impone lo scorporo dei derivati incorporati in altri contratti (cosiddetti ibridi), in analogia con quanto previsto dai principi contabili internazionali Ias/Ifrs (anche se, per la verità, il nuovo Ifrs 9 sugli strumenti finanziari ha ridotto i casi in cui lo scorporo è obbligatorio). Il nuovo comma 11-bis all’articolo 2426 del Codice civile prevede, infatti, che i derivati debbano essere iscritti nello stato patrimoniale secondo la valutazione...