I temi di NT+Modulo 24

Accertamento analitico-induttivo, i giudici promuovono anche lo shampometro

di Alessandro Borgoglio

Il quantitativo di shampoo acquistato da un parrucchiere e utilizzato nella sua attività è un elemento presuntivo idoneo a consentire al Fisco una ricostruzione induttiva dei ricavi, appunto, sulla base del consumo di tale indispensabile prodotto per l’esercizio dell’attività. Sono queste le conclusioni della sentenza 2684/7/2020, con cui la Commissione tributaria regionale del Lazio ha dato il via libera allo “shampometro” per l’accertamento nei confronti di parrucchieri e saloni di bellezza (si...