Controlli e liti

Fatture contestate, l’avviso all’acquirente deve indicare i motivi

di Stefano Sereni

Link utili

Tratto da Top24 e Smart24

L’avviso di accertamento – se fa riferimento ad atti non allegati e non conosciuti dal contribuente – deve riportare il loro contenuto essenziale, cioè indicazioni sufficienti a consentire al ricorrente e al giudice l’identificazione dei presupposti su cui si basa la pretesa erariale. A ribadirlo è la sentenza 242/2/2021 della Ctp di Reggio Emilia (presidente e relatore Montanari).

A una Snc e ai suoi soci era contestato l’utilizzo di fatture oggettivamente inesistenti, emesse da fornitori ritenuti...