Esperto RispondeImposte

Come contestare le fatture senza inversione

di Giorgio Confente

La domanda

Quali obblighi e quali sanzioni si ravvisano a carico del cessionario/committente che riceve una fattura da un proprio fornitore con applicazione ordinaria dell'Iva, se la prestazione ricade nel regime del reverse charge? Il cessionario ha anche formalmente sollecitato il prestatore/cedente a rivedere la propria posizione, ma senza successo. A quali conseguenze andrebbe incontro il cessionario, e come potrebbe evitarle? - B.M.TERAMO

In caso di omessa applicazione del reverse charge, se il cessionario/committente non è un operatore soggetto a “pro rata”, la sanzione applicabile va da un minimo di 250 a un massimo di 10mila euro (articolo 6, comma 9–bis 1, del Dlgs 471/1997, entrato in vigore il 1° gennaio 2016). L'ufficio non può, in ogni caso, contestare al cliente la detrazione dell'imposta erroneamente esposta in fattura. Per evitare la sanzione, il cliente dovrebbe contestare formalmente la fattura, pagare al fornitore il...