Imposte

Depositi fiscali, trader di carburanti sotto controllo

di Benedetto Santacroce ed Ettore Sbandi

I trader di carburanti, stabiliti dentro o fuori dalla Ue, che intendono avvalersi di un deposito fiscale o di un destinatario registrato devono presentare apposite istanze e comunicazioni al competente Ufficio delle Dogane.

Il Dm Economia del 12 aprile 2018 ha infatti declinato le norme applicative di una delle maggiori novità introdotte con la legge di Bilancio 2018: tutti i terzi che intendono operare presso un deposito in regime sospensivo dell'accisa devono essere preventivamente identificati...