Esperto RispondeImposte

Ditta individuale, aliquota marginale Irpef per il calcolo del risparmio fiscale

di Gabriele Ferlito

La domanda

Una ditta individuale, falegnameria impresa familiare con il figlio, acquista una macchina utensile innovativa legge 4.0 di 217mila euro, ha percepito inoltre un contributo regionale su tale investimento dalla Valle d’Aosta di 80mila euro, compatibile con la legge 4.0. In base alla circolare 9/E del 23 luglio 2021, al punto 6.1, verifica del cumulo, si deve calcolare il risparmio fiscale sul credito d’imposta teorico di 217mila euro x 50%= 108.500 euro, al fine di non superare tra (108.500 euro, più 80mila euro, più risparmio fiscale) il costo complessivo del bene di 217mila euro. Quindi, 217.000 meno (108.500 più 80.000), uguale a 28.500 euro, se il risparmio fiscale fosse superiore a tale somma il credito d’imposta spettante verrebbe ridotto di tale differenza. Su quale parametro si deve calcolare il risparmio sul contributo teorico? Lo scrivente pensava di calcolare l’aliquota media Irpef sul reddito del titolare e collaboratore anno 2020, più aliquota addizionale regionale, più Irap, da applicare al credito d’imposta teorico. Qual è il metodo corretto?
R. N. – Aosta

Costituisce principio generale, più volte ribadito dall’agenzia delle Entrate (si veda, ad esempio, la risposta ad interpello 360/2020), quello per cui l’importo risultante dal cumulo delle agevolazioni non può essere superiore al costo sostenuto, altrimenti le misure agevolative si risolverebbero addirittura in un vantaggio economico per il contribuente. In caso di superamento del limite, il contribuente deve ricondurre l’ammontare complessivo delle agevolazioni a tale limite. Quando la normativa...