Imposte

I servizi resi ai consorziati possono dribblare l’Iva

di Luca De Stefani

Nel confronto tra i servizi resi ai consorziati con pro-rata Iva pari o inferiore al 10% e quelli resi agli altri consorziati o a terzi, ai fini dell’applicazione dell’esenzione Iva, non vanno considerati i servizi effettuati verso soggetti terzi “pubblici”, che il consorzio è obbligato a svolgere in base ad una specifica previsione normativa. Il chiarimento è contenuto nel principio di diritto 9/2018 ( clicca qui per consultarlo ).
...

Secondo la norma, le prestazioni di servizi effettuate nei confronti...