Imposte

Regime degli impatriati anche prima del lavoro in Italia ma solo con la dichiarazione

di Antonio Longo

Link utili NT

Tratto da Plusplus24 e Smart24

In breve

Secondo l’Agenzia l’accesso al regime è precluso per gli anni precedenti all’avvio dell’attività lavorativa se il contribuente non ha formulato alcuna richiesta per l’applicazione degli incentivi al proprio datore di lavoro e non ne ha dato evidenza nelle dichiarazioni dei redditi.

I benefici fiscali per i lavoratori impatriati si applicano anche se il trasferimento della residenza precede l’inizio dell’attività lavorativa in Italia, ma solo dall’anno in cui tali benefici vengono «dichiarati». Sono le conclusioni a cui è giunta l’agenzia delle Entrate nella risposta a interpello 59 del 13 febbraio.

La questione
Il caso riguarda una cittadina italiana, in possesso di un titolo di laurea, che aveva trasferito la propria residenza all’estero nel 2009 per poi fare rientro in Italia...