Gli specialiImposte

Delega fiscale, in vigore anche il decreto delegato sul concordato preventivo

Dall’Irpef ai controlli, dal reddito d’impresa allo Statuto del contribuente sono in Gazzetta Ufficiale i primi decreti attuativi della riforma fiscale

Sempre più nel vivo l’attuazione della delega fiscale

Procede l’attuazione della legge delega per la riforma fiscale (legge 111/2023). Dopo l’ok definitivo del Governo, sono arrivati in Gazzetta Ufficiale i primi decreti attuativi, dedicati a Irpef e Ires (Dlgs 216/2023) e internazionalizzazione (Dlgs 209/2023).

Pochi giorni dopo è stata la volta dei decreti sulla revisione dello Statuto del contribuente (Dlgs 219/2023), contenzioso tributario (Dlgs 220/2023) e cooperative compliance (Dlgs 221/2023). Infatti, questi tre provvedimenti, anche se riportano l’anno “2023” nella numerazione, sono stati pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale numero 2 del 3 gennaio 2024 e hanno queste date di entrata in vigore: 4 gennaio per il decreto sul contenzioso; 18 gennaio per il decreto sulla cooperative compliance e la revisione dello Statuto del contribuente.

Il 12 gennaio si è aggiunto il decreto sulla semplificazione degli adempimenti (Dlgs 1/2024), in vigore dal 13 gennaio.

L’ultimo in ordine di tempo a tagliare il traguardo della «Gazzetta Ufficiale» è stato il Dlgs 13/2024 che contiene la disciplina del concordato preventivo biennale.

Il 28 dicembre ha ricevuto il primo via libera in Consiglio dei ministri il decreto attuativo in materia di giochi. Mentre il 21 febbraio è stato esaminato in prima lettutra lo schema di decreto di riforma delle sanzioni amministrative e penali.

All’attuazione della delega fiscale è dedicato un percorso formativo dedicato, organizzato dal Sole 24 Ore Formazione e in partenza il 19 gennaio.

A questo link è possibile rivedere il convegno del 13 ottobre organizzato alla Luiss in collaborazione dal Sole 24 Ore e da Rassegna Tributaria, con la relazione introduttiva di Franco Gallo (qui il commento: «Nel concordato rischio di condono preventivo»).

Ecco tutti gli approfondimenti, divisi per decreto (in ordine di arrivo):