Imposte

Perdite e Ace, trasformazione delle Dta più efficace senza canone

di Giosuè Manguso

Link utili

Tratto da Plusplus24 e Smart24

In breve

Già la sola circostanza per la quale i componenti per cui si incentiva un’accelerata monetizzazione (perdite riportabili ed eccedenze Ace) non si siano generati per effetto di oneri non ammessi temporaneamente in deduzione dà luogo a un incentivo finanziario una tantum che non sembra presentare elementi di comunanza con la disciplina che prevede l’onere del versamento di un canone.

Le differenze tra l’incentivo finanziario consentito dal regime una tantum di monetizzazione di alcuni asset fiscali (articolo 55 decreto «Cura Italia») e la disciplina ordinaria di trasformazione delle Dta (articolo 2 del Dl 225/2010) sollevano più di un dubbio sull’obbligo di assoggettamento al versamento del canone annuo (articolo 11 del Dl 59/2016), stabilito dall’articolo 55 del decreto «Cura Italia» (Dl 18/2020) anche per le imprese che intendano fruire soltanto del regime di trasformazione...