Imposte

Nuove regole del Dl Sostegni-bis sulle note di variazione: caso per caso, come si recupera l’Iva

di Benedetto Santacroce

Link utili

Tratto da Plusplus24 e Smart24

In breve

Il decreto Sostegni-bis ha modificato le controverse regole dell’articolo 26 del decreto Iva, permettendo un più agevole recupero dell’Iva nei casi di mancato pagamento. Le nuove norme sono in vigore dal 26 maggio e si applicano alle procedure concorsuali avviate da tale data. Gli aspetti da tenere presente sono però molti e molto diversi a seconda delle diverse situazioni.

Esaminiamo le nuove regole partendo da un caso concreto. Il 1° gennaio 2021 la società Alfa ha emesso una fattura di 10.000 euro + Iva (2.200 euro) nei confronti della società Beta per la fornitura di beni X. Il cliente però tarda a pagare il debito. Cosa può fare il fornitore Alfa per tutelare i suoi interessi di creditore con riferimento all’Iva non riscossa?

1. VERIFICA SULL’OPERAZIONE FATTURATA

Per poter recuperare l’Iva nei confronti di Beta attraverso l’emissione di una nota di credito...